TARQUINIA: ISCRIZIONE DIPINTA SULLA PARETE DI UNA TOMBA ETRUSCA DEL II SEC. A.C. RICORDEREBBE (INDIRETTAMENTE) LA GUERRA PUNICA (OCCUPAZIONE DI CAPUA) DA PARTE DI ANNIBALE (211-216 a.C).


TARQUINIA: ISCRIZIONE DIPINTA SULLA PARETE DI UNA TOMBA ETRUSCA   DEL II SEC. A.C. RICORDEREBBE (INDIRETTAMENTE) LA GUERRA PUNICA (OCCUPAZIONE DI CAPUA) DA PARTE DI ANNIBALE (211-216 a.C).

Iscrizione Tarquinia Annibale

Osservate bene, in questa iscrizione tarquinese,  alcune caratteristiche della scrittura etrusca, in particolar modo la ‘F’ a forma di ‘8’ (fase recente); il numerale ‘106’ (o 105?) formato da una ‘X’ tagliata verticalmente da un segmento; la V rovesciata, indicante il nomero 5 (mentre mi è più difficile riconoscere il numero ‘1’)

Nel suo libro “Etruscan Life and Afterlife” pubblicato da Larissa Bonfante, la stessa precisa quanto segue: “An inscription in a tomb at Tarquinia mentions the partecipation of an Etruscan in the Punic wars in Italy: Felsnas Larth, who died at the age of 106, may have fought on the side of Hannibal (hannipaluscle)” (Trad.: “Una iscrizione in una tomba di Tarquinia menziona la partecipazione di un Etrusco alle guerre Puniche in Italia: Felsnas Larth, che morì all’età di 106 anni, potrebbe aver combattuto dalla parte di Annibale (hannipaluscle), forse nel 216 a.C.”.

Lasciando stare la storia delle guerre Puniche , di per sé molto complesse, e concentrandoci esclusivamente sull’epigrafe, possiamo dire quanto segue:

  1. a) che l’iscrizione, ritrovata in una tomba a Tarquinia, pur essendo usurata dal tempo e dalle condizioni climatiche, essa è tuttavia ‘leggibilissima”: “FELSNAS LA LETHES SVALCE AVIL CVI MURCE CAPUE TLEXE HANIPALUSCLE”;
  2. b) che la stessa, pur essendo ‘leggibile’ (decifrabile) è traducibile solo in parte.

La prima parte della iscrizione “FELSNAS LA LETHES SVALCE AVIL CVI” sembra non presentare particolari difficoltà: “LARIS FELSNAS (FIGLIO) DI LETHE VISSE 106 ANNI….” (Vedi: Enrico Benelli – Iscrizioni etrusche – Leggerle e capirle – SACI Edizioni 2007, pag. 76).

Il Pittau non si discosta sostanzialmente da questa traduzione: “LART O LARIS FELSIONIO (FIGLIO) DI LETIO VISSE ANNI 106” (Vedi: Massimo Pittau – Lessico della Lingua Etrusca – SER Editrice, 2016 – pag. 83 alla voce ‘Hanipaluscle’).

I problemi vengono nella seconda parte dell’iscrizione e cioè: “MURCE CAPUE TLEXE HANIPALUSCLE”. Larissa Bonfante, come abbiamo già visto, propone, come traduzione, che: “Felsnas Larth, who died at the age of 106, MAY have fought on the side of Hannibal (Hanipaluscle), perhaps in 216 b.C” (Trad.: Felsnas Larth, che morì all’età di 106 anni. POTREBBE aver combattuto a fianco di Annibale). Dobbiamo riconoscere e dare il merito a questa studiosa di non ostentare tutta quella sicurezza che invece è palese in altri linguisti etruscologi. La Bonfante tuttavia evita di affrontare la traduzione di “MURCE CAPUE” e “TLEXE HANIPALUSCLE” .

 

 

Al riguardo, il Benelli (Op. cit.) con un pizzico di umiltà (che non guasta mai) dice in proposito: “….pur non potendo (‘io, Benelli’ NdR) tradurre con precisione i due verbi ,’murce’ (al perfetto) e ‘tlexe’ (al perfetto passivo), gli altri due termini sono piuttosto chiari: ‘Capue’ è il nome di Capua…….. mentre non ipotizza la traduzione di ‘tlexe’.Pertanto il Benelli fornisce questa traduzione (parziale) definitiva, omettendo i significati di ‘murce’ e di “tleXe”: “LARIS FELSNAS (FIGLIO) DI LETHE VISSE 106 ANNI (MURCE) A CAPUA…., FU (TLEXE) DA ANNIBALE”. Forse, secondo la mia opinione, sarebbe lecito supporre che il Benelli pensava a questa traduzione? “Laris Felsnas (figlio di) Lethe visse 106 anni. Originario di Capua combattè a fianco di Annibale”? Se così fosse, il Benelli fornirebbe una traduzione dell’iscrizionbe simile a quella della Bonfante.

Pittau, nel suo libro “Lessico della lingua….etc.” (Op. cit.) fornisce una traduzione della seconda parte dell’epigrafe alquanto diversa: “ (Lart o Laris Felsineo (figlio) di Letio/visse 106/abitò Capua/resistette (?) all’esercito di Annibale”. Quindi per il Pittau, Laris Felsnas difese la città di Capua dall’invasore Annibale?

Chi ha ragione? la Bonfante (e il Benelli (?)) che ipotizza “Felsnas Larth…may fought on the side of Annibal” (Trad.: Felznas Larth….. ‘potrebbe’ aver combattuto a fianco di Annibale) ? Oppure il Pittau il quale ipotizza che “Lart Felsineo……resistette (?) all’esercito di Annibale (quindi combattè contro Annibale?)

Ho voluto farvi “toccare con mano” quanto ancora l’etrusco, anche in una iscrizione, apparentemente ‘facile’ come questa, sia ancora ‘insidioso’, difficile da tradurre, per tutta una serie di ragioni, nonostante che i “super-ottimisti” si sforzino per farci credere che la lingua etrusca “NON E’ PIU’ UN MISTERO”

PAOLO CAMPIDORI, COPYRIGHT

“CULTURA&CULTURA” http://www.culturamugellana.com

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...