DOSSIER PIETRO ANNIGONI


DOSSIER PIETRO ANNIGONI

ANNIGONI – SEGRETO

 

MOMENTI D’ARTE E VITA PRIVATA DI PIETRO ANNIGONI

Una Mostra a Firenze (Italy) a Villa Bardini dal 7 giugno al 15 ottobre 2010

 

Annigoni-Segreto” in questo titolo è compreso il leit-motiv ma anche l’essenza stessa della Mostra allestista a Villa Bardini per celebrare il centesimo anniversario della nascita del grande Artista. Il sottotiolo della Mostra “Momenti d’arte e vita privata di Pietro Annigoni” ci fa capire che ci addentriamo nel mondo familiare, in quello degli affetti e quindi il mondo più ‘segreto’ dell’Artista. Per quanto riguarda la vita sentimentale di Pietro, ovvero quanto hanno influito le figure femminili nella vita dell’Artista (ma possiamo dire degli artisti in genere) Pietro fu legato ad Anna Maggini dalla quale nacquero due figli: Benedetto e Ricciarda. Poi Annigoni, conobbe nel 1966, sulla nave Raffaello diretta a New York, una bellissima modella di nome Rossella Segreto, da qui il titolo della mostra “Annigoni-.Segreto”, e da questo incontro nacque una storia d’amore che durò per un ventennio, fino alla morte dell’artista avvenuta nel 1988.

 

Un esempio tangibile della bellezza di Rossella è il ritratto fattole da Pietro, una litografia, in cui Rossella è raffigurata come Eva, la madre del genere umano e la “donna per eccellenza”. Un altro esempio della bellezza femminile di Rossella, la ricaviamo dal dipinto “C’era una volta il Palladio”, in mostra alla Villa Bardini, del 1971, in cui l’Annigoni vuole rappresentare la caducità delle cose terrene (in questo caso lo stato di degrado e di abbandono della Villa Gualda, in località Montegalda, seicentesca, architettura di gusto palladiano). Rossella è poi ritratta in un altro dipinto di straordinaria forza, in cui sono messe in gioco non solo le straordinarie capacità pittoriche di Annigoni, ma anche una intelligente introspezione psicologica del soggetto ritratto, che a me ricorda un po’ da vicino il volto della Mona Lisa. Però è un’impressione del tutto personale.

 

Questo aspetto, circa l’arte e la personalità di Annigoni, mi sembra poco studiato dai critici d’arte.

 

Definire Annigoni? Mi sembra un’impresa quasi impossibile, poiché l’artista fu ‘moderno’ e allo stesso tempo ‘antico’. Sicuramente è stato, un genio, un grande artista, che senz’altro ha ‘attinto’ dai grandi maestri del passato, in particolar modo dal Rinascimento, come dal Botticelli, da Leonardo da Vinci e da Michelangelo ma che ha saputo “fondere” la grandezza di questi ultimi in uno stile tutto proprio che l’ha reso famoso in tutto il mondo. Inoltre la scuola annigoniana conta “allievi” illustri come Guarnieri, Stefanelli, Ciccone, Pistolesi, ecc., che hanno seguito le orme del maestro adeguando i suoi insegnamenti al loro stile personale.

 

La mostra “Annigoni-Segreto” è stata inaugurata ieri 7 giugno 2010 a Villa Bardini di Firenze e andrà avanti fino al 15 ottobre 2010. La mostra è stata curata dall’Ente Cassa di risparmio di Firenze e dalla Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron. Un piccolo catalogo è a disposizione edito dalla Polistanpa, dal quale ho ripreso la documentazione fotografica. Nella mostra sono presenti anche alcuni quadri di Rossella Segreto, anch’essa pittrice.

Paolo Campidori, Fiesole 7 giugno 2010

Copyright

www.paolocampidori.eu, www.culturamugellana.wordpress.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...