DOSSIER “MENHIR MONTESENARIO”: IL MENHIR DA ME CHIAMATO £DELLA PRINCIPESSA” ASSOMIGLIA MOLTISSIMO ALLA CUCCUMELLA DI CORTONA E AL SITO ETRUSCO-CELTICO DI MONTERENZIO E MONTE BIBELE, NELLA VAL D’IDICE (BOLOGNA)


DOSSIER “MENHIR MONTESENARIO”: IL MENHIR DA ME CHIAMATO £DELLA PRINCIPESSA” ASSOMIGLIA MOLTISSIMO ALLA CUCCUMELLA DI CORTONA E AL SITO ETRUSCO-CELTICO DI MONTERENZIO E MONTE BIBELE, NELLA VAL D’IDICE (BOLOGNA)

La cosiddetta "cummumella" di Cortona.jpg

Scoperta, dopo scoperta! Davvero eccezionale! Ebbene il Menhir da me chiamato della Principessa o della Chiocciola, ma che la gente del luogo chiamava Masso del Fuso, assomiglia straordinariamente al cosiddetto Tumulo della Cuccumella di Cortona.  Ma non solo per le lastre megalitiche che lo compongono, ma anche per il disegno architettonico.  Infatti, a Cortona, come a Montesenario la tomba o tumulo, o menhir come io l’ho definito è composto da una cella centrale e da un ambulacro (dromos) che sia a Montesenario che a Cortoina doveva esser più esteso. Non è da escludere che questo complesso ciclopico servisse anche da Santuario.

 

Interno casa aborjgens.jpgIl tetto fatto di lastroni megalitici a “semi-sfera” potrebbero alludere al dio Sole, oggetto di culto, anzi il maggiore degli Dei, adorati da quellegenti. . Qui a Cortona il tumulo della Cuccumella (chiocciola?) poggia su un piedistallo rotondo, mentre a Montesenario il dromos si estende in lunghezza in direzione  NE-SW (da controllare con bussola).

Anche qui il tetto del Menhir  a “semi-sfera” assomigli moltissimo ad un ‘cuccuma’ una vaso caratteristico in rame o in terracotta, strettro al centro e allargato nella parte superiore, con due anse a semi-cercio . Nelle guide e nei trattati si legge:  “unico nel suo genere”, ma dopo la scopert di Montesenario, la cosiddetta ‘cuccuma’ di Cortona non potrebbe essere più unica.  Abbiamo, quindi,  se non la certezza assoluta, ma una certa consapevolezza che queste popolazioni  ‘ciclopiche’, potevano provenire da Cortona.  Cià ci confermerebbe una dipendenza teritoriale e amministrativa di questo territotio dalla città-stoto di Cremona. Una strada da Cortona doveva passare da Arezzo e dalla Valdichiana per giunegere a Fiesole.

Terrei a precisare  che questo Menhir di Montesenario, tanto simimile alla ‘Coccumella’ di Cortona, potrebbe non essere l’unico nella zona , ovvero, potrebbe non essere l’unico del suo genere.  Può darsi che i boschi che girano intorno alle pendici di Montesenario possano riservare altre sorprese!  Certo ci sarà molto da lavorare sulle datazioni….: XX-XVIII sec. a.C, oppure XII secolo a.C., oppure X sec. a.C.

Lasciamo agli esperti e agli “addetti ai lavori” l’ultima parola, come è giusto che sia.

Paolo Campidori, Copyright

Fiesole 20 luglio 2017

Dossier Cultura http://www.culturamugellana.com

 

UN SELFIE DAVANTI AL MENIR “DELLA PRINCIPESSA” O DELLA CHIOCCIOLA” (detto anche del Fuso dalle popolazioni locali)

20170728_070411_12.JPG

Non sono molto bavo a farmi i ‘selfie’. Comunque questo sono io, e quella dietro è “Il Menhir della Principessa” o “della Chiocciola”. In realtà si tratta di un complesso edificio, un vero Santuario dell’antichità, che, forse, fu usato da Celti ed Etruschi, e forse anche dalle popolazioni successive. Per cause a noi sconosciute il “complesso santuariale” venne distrutto, vuoi una calamità naturale, vuoi per un’aggressione subita in piena regola, insomma  il complesso santuariale “della Principessa” venne distrutto. I megaliti, che lo componevano (ora parti distrutte) vennero tirati giù, secondo la tecnica del tempo,  con l’aiuto di grossi  buoi e cavalli;  i sassi ciclopici rotolarono giù a valle e mai più si parlò di Santuario di Montesenario. Anzi, si fece di tutto per cancellare ogni ricordo. Siamo, forse nella seconda  metà del XIII secolo, e ormai il luogo è cambiato da pagano a cristiano. Purtroppo sono costretto a dire che “forze negative”,  agiscono anche oggi in tal senso e SE NON STIAMO BEN ATTENTI del Menhir che è un patrimonio storico dell’umanità, verrà distrutto completamente! Prego pertanto tutti coloro che hanno a cuore l’archeologia del nostro territorio a vigilare, e vigilare bene. C’è il rischio di far passare la storia nel ‘dimenticatoio’. Attenzione, quindi……Questa non è una “Fake news” è un pericolo vero. Di più non posso dirvi..!Oggi poi venerdì 28 luglio ho documentato ancora meglio la zona, ed ho rilevato caratteristiche che sono “incontrovertibili”, non c’è possibilità di errore. Ormai il tempo dell’oscurantismo è passato, la storia e l’archeologia, nonche la linguistica storica stanno aprendo gli occhi a tutti, sulla verità. C’è bisogno di dire, che la storia pagana, se vogliamo, è stata occultata dall’antichità alla fine del 1300, anni in cui si insediarono i fraticelli detti “Servi di Maria”, e comincia un’altra era, quella della VERITA’. Inutile nascondere…….anche perché sarà un po’ difficile nascondere questi che sono ciclopici. Io parlo, in questo momento da storico e da giorlalista free-lance. Ciò non significa che io non mi senta più un Cristiano e un Cattolico, lo sono stato fin da piccolissimo e lo sono tuttora, e sono anche praticante. Purtroppo però, il mio lavoro di giornalista mi impone di dire la verità su certe cose, e la verità è quella che ho detto. Paolo Campidori, Fontebuona 28 luglio 201720170728_064539.jpg

Foto scattata oggi 28 luglio 2017 da Paolo Campidori

 

20170728_064559.jpg

Foto scattata oggi, insieme a molte altre 28 luglio 2017 da Paolo Campidori (ed ero da solo)

Vorrei aggiungere solo un’altra cosa, il “luogo santuariale”  (ma penso anche abitativo) di cui sopra assomiglia molto, per i suoi molteplici terrazzamenti al sito celtico di Monterenzio e Monte Bibele, nella Valla d’Idice, in provincia di Bologna

Le foto e i tesi possono essere pubblicati purché venga segnalata la fonte: Paolo Campidori, Copyright Dossier Cultura http://www.culturamugellana.com

 

Archivio Fotografico:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...