“DOSSIER CULTURA” RAGGIUNGE IL 100° DOSSIER SUL SITO “CULTURAMUGELLANA” www.culturamugellana.com


“DOSSIER CULTURA” RAGGIUNGE IL 100° DOSSIER SUL SITO “CULTURAMUGELLANA” http://www.culturamugellana.com

si brinda

Ovvia si brinda!!! 100 Dossiers raggiunti da “Dossier Cultura”, che per spiegarvela in paroli brevi non è un Blog tradizionale, anche se il meccanismo non è molto diverso. Diversa, invece, è la struttura. Nel Blog, che è un giornale “on line” si acccumulano gli articoli (in questo casi culturali) uno dopo l’altro, per cui il primo che si trova aprendo il Blog è il più recente (*). Questo meccanismo vale anche per “Dossier Cultura”, che però ha della differenze sostanziali, rispetto al Blog tradizionale. Dossier, come dice il nome, è un ‘faldone’ (tanto di moda oggi in ambito giudiziario), o meglio, è un ‘contenitore’ (se volete un ‘cassetto’, dove si ripongono tutti i documenti relativi a quell’argomento).

Una differenza sostanziale.

Devo dirvelo:  io sono in ‘factotum’, ovvero il “Deus Ex Machina”, nel senso che faccio tutto io, da me, come si dice “me la suono e me la canto” Però questo è vero fino ad un certo punto. A me sembra, sinceramente, di avere alle mie spalle un angelo custode, che mi ‘corregge’, mi aiuta, mi da dei consigli, insomma un Angelo del cielo che cerca di tenere a freno la mia ‘irruenza’ giornalistica e culturale.  Chi sarà questo Angelo, Boh! Comunque io lo ringrazio, ho stima per lui-lei . Mi definisco uno storico, ma vi confesso, che  la mia passione vera è quella di fare del giornalismo culturale, comprese anche le interviste, insomma rivoltare da cima a fondo un ‘personaggio’, scrutarlo nel più profondo…. (**).

100 dossier

Fare il giornalismo non è facile, ci vuole un buon bagaglio culturale, storico, linguistico, umoristico, e non voltarsi mai di fronte all’attualità. Io cerco nel mio piccolo di essere più fedele possibile alla notizia culturale, storica, etruscologica, umoristica, letteraria, etc. Mi piace “entrare a fondo” nelle cose, non mi accontento della notizia così come ci viene ‘scodellata’, inoltre nelle interviste, non mi accontento di conoscere il personaggio ‘ufficiale’, ma vado a fondo, cerco di capire la sua psiche, il suo animo, e perché si comporta in una certa maniera invece che in un’altra. Forse mio figlio Jacopo, che è uno psicoterapeuta ha preso da me……? Oppure io da lui?

Ma rispondiamo alla domanda principale, cosa andrà a finire dentro questo dossier, ‘faldone, cassetto, insomma come lo volete chiamare. Tutto! Tutti gli articoli miei o di persone stimate (professionisti, storici, etruscologi, archeologi, linguisti, etc) che riguardano quell’argomento del Dossier, le fotografie, i disegni, i rilievi, le recensioni dei privati, dei giornali, i libri, etc.

Come potete vedere ho voluto fare,  dopo tanto che ci pensavo, una cosa nuova, non la solita “minestrina riscaldata”. Un qualcosa che avesse un aggancio alla storia, ma anche alla realtà di ogni giorno, qualcosa di attuale, qualcosa di cui se ne parla ogni giorno. Parlare anche delle piccole cose che ci circondano: il lattaio vale quanto l’avvocato; il contadino quanto il chirurgo, il politico. Un modo di ragionare diverso, da come si fa oggi che viene stimato colui che ha i soldi e i poveracci…..

Io ho fatto il giornalista per ben dieci anni presso un giornale locale. Ma vi assicuro che a me i giornali (ho collaboratop anche con altri) andavano un po’m stretti, come una scrpa n. 41 se tu hai un piede n. 42. E poi nelle Redazioni bisogna seguire una ‘direttiva’ stabilita (in genere dal proprietario del giornale), ma in apperenza (questo non vale per tutti) devi scrivere con un certo ‘taglio’, quasi sempre ‘sinistrorso’, e deve quasi sempre coincidere con la ‘linea’ decisa dalla Redazione (che torno a ripetere, in molti casi ma non in tutti, è quella che stabilisce il propritario del giornale, cioè colui che lo finanzia. Purtroppo oggi moltissimi giornali sono finanziati dagli Enti Pubblici (leggi Partiti), dalle Lobbies, dagli industriali, e quindi la risposta diventa consequenziale…. 

Qui in questo mio “Dossier Cultura”, nel rispetto della Privacy, parlo e dico quello che voglio, ma con un intento ben preciso da tenere sempre alla mente. Uno ‘storico’ come me deve sempre mirare ad una cosa, e cioè non a far prevalere una idea piuttosto di un’altra, ma quella di essere FEDELE alla Storia. Non ci sono campanilismi che tengano! IL VINCITORE DEVE  ESSERE SEMPRE LA STORIA!! Quando la STORIA vince, anche il giornalismo vince!

E ora brindiamo, leviamo i calici, facciamo festa. Questo non è un traguardo, ma siamo solo alla linea din partenza. Difficile? Io con Voi, UNITI,  sicuramente ce la faremo!

Paolo Campidori, Copyright

http://www.culturamugellana.com

Cell 331 4556876

paolocampidori@yahoo.it

LOGO ADOTTA UN NONNINO DA FOTOGRAFIA CON CRITTA

(*) Se non si è provveduto a cambiare la data

(**) Fare del ‘giornalismo’ non significa fare il ‘Cronista’,  che pur io stimo molto, significa ‘caricare’ la notizia di un bagaglio artistico, storico, etc., e qui sta il ‘diffcile’ di questo lavoro ( che io faccio autonomamente, liberamente, senza ‘dettature’ di sorta. Da non confondere tuttavia con altri amgeli “molto terrestri”….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...